Catenanuovese – San Leone 1 – 0: è promozione!

La Catenanuovese festeggia una sacrosanta promozione, vincendo il girone H di Seconda Categoria Siciliana con due gare d’anticipo e qualificandosi così di diritto alla Prima. Il successo passava per la gara in casa contro un ostico San Leone ( Catania ), risolta su filo del rasoio da un calcio di rigore a match quasi concluso e che ha scatenato non poche proteste e disordini, rendendo persino necessario l’intervento dei Carabinieri, unica macchia della gara. Ma ripercorriamo il match-point promozione di Domenica pomeriggio.

La pressione psicologica che comporta un incontro decisivo, unitamente ad un campo in condizioni tutt’altro che desiderabili, sembra pesare sulle gambe e sulle teste della Catenanuovese che fatica a fluidificare la manovra d’attacco in un primo tempo arido di emozioni, incerto come le condizioni metereologiche ma che, proprio sul finire, sembra dare un segnale premonitore sull’esito della partita. L’attaccante sanleonese infatti ( ammonito in precedenza ) si lascia platealmente cadere su un contrasto in area, prende il secondo cartellino giallo per simulazione e viene mandato sotto la doccia dal direttore di gara per somma di ammonizioni.

Nonostante l’uomo in più, nella ripresa, la squadra di casa fatica a prendere subito le redini dell’incontro anche grazie ad un San Leone ben organizzato, ordinato, che rischia persino di far male in qualche rara ripartenza. Tuttavia, logico come un teorema, la superiorità numerica permette alla Catenanuovese di impadronirsi pian piano del centrocampo e di creare le prime limpide occasioni da goal: prima il capitano F.Picone ( subentrato a inizio ripresa ), con un calcio piazzato che costringe il portiere avversario ad una respinta con i pugni; poi l’attaccante Giunta, su un pallone vagante dell’altro Picone in rosa, manca di testa il tap-in vincente e infine l’ala sinistra Cocimano che, deliziosamente lanciato ancora da F. Picone persegue un’ottimo inserimento ma arriva poco lucido in area e spreca non inquadrando la porta. Nel campo sembrano aggirarsi i fantasmi di un deludente incontro a porte inviolate.

Ma ad alcune partite, così come ad un nuvoloso pomeriggio di Marzo, basta un solo raggio per illuminarsi improvvisamente, accade così che Ingrassia, terzino della Catenanuovese, cavalca verso l’area e, nell’ultimo e disperato tentativo di un cross in mezzo, viene stoppato con un braccio dal difensore avversario: l’arbitro fischia il rigore e gli ospiti si rendono protagonisti di un’incomprensibile scenata che non avrebbe davvero motivo d’esserci. Così non prima di una drammaturgica messa in scena che vede il portiere degli ospiti abbandonare la porta in segno di protesta, il n°10 Cocimano realizza e manda in paradiso i padroni di casa che festeggiano meritatamente ( 13 vittorie, 4 pareggi e 1 sconfitta ) la promozione.

Fabio Privitera

Qui un video amatoriale del rigore trasformato da Cocimano

Qui la classifica del girone H di Seconda Categoria Sicilia

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...